Nel cuore del Chianti e nel centro medievale di Castellina, Il Museo occupa un edificio dominato dalla Torre, che i fiorentini costruirono nel Quattrocento per difesa dalla vicina e ostile repubblica di Siena. Il museo racconta la storia antica del Chianti attraverso materiali e dati archeologici raccolti nel territorio dei quattro comuni del versante senese: Castellina, Gaiole, Radda e Castelnuovo Berardenga.

port_AllAlbaDellaStoria2

All’alba della storia

Dai pastori di 4000 anni fa alla nascita della civiltà etrusca

port_LetaDeiPrincipiEtruschi

L’età dei principi etruschi

Aristocrazie rurali tra la fine dell’VIII e il VI secolo a.C.

port_InsediamentiESantuari

Insediamenti, fortezze e santuari

Popolamento del Chianti dall’età arcaica alla conquista romana

port_VinoNelChiantiEtrusco

Vino e olio nel Chianti etrusco

All’origine del paesaggio chiantigiano

port_Rocca

Rocca

Fortificazione quattrocentesca dell’insediamento da parte della Repubblica di Firenze

11
anni di vita
4000
anni di storia
10000
visitatori all'anno
200
oggetti

Museo

Il Museo è dedicato alla storia etrusca del territorio chiantigiano, un arco di circa dieci secoli avanti alla nostra era, compreso tra la formazione della civiltà etrusca e la sua completa integrazione nel mondo romano.

Rocca

La visita del museo comprende la rocca, baluardo della repubblica fiorentina nella secolare contesa con quella senese. Dalla torre si gode di una suggestiva vista sul paese e sui monti del Chianti fino al lontano orizzonte.

Tumulo etrusco di Montecalvario

Alle porte di Castellina si trova il grandioso monumento sepolcrale etrusco (diametro di oltre 50 m) che fu scavato agli inizi del Novecento. Costruito alla fine del VII secolo a.C., accoglieva le tombe di una famiglia principesca di straordinaria ricchezza.

Necropoli etrusca di Poggino di Fonterutoli

Nel colle che domina l’abitato medievale di Fonterutoli si possono visitare liberamente i resti di una necropoli etrusca che fu usata tra l’ultimo quarto del VII e la fine del VI secolo a.C. Nei corredi funebri erano unguentari etrusco-corinzi, vasellame da simposio di bucchero e due pregevoli anfore attiche a figure nere.

Oggetti

ogg_scarabeo2

Scarabeo di corniola (Cetamura, Gaiole)

ogg_leone1

Testa di leone (Montecalvario)

ogg_kouros2

Testa di fanciullo di arenaria (Salingolpe)

ogg_ghiande

Proiettili per frombola di terracotta (Poggio La Croce)

Notizie ed eventi

8 dicembre 2017 in Eventi, Notizie

Lavorare l’argilla. Laboratorio di manipolazione per bambini dai 5 agli 11 anni

Domenica 10 dicembre alle ore 16.00 al Museo si tiene il terzo e ultimo appuntamento, rivolto a bambini e ragazzi, che chiude il calendario delle iniziative autunnali dedicate ai visitatori più giovani. Il…

Leggi di più
19 novembre 2017 in Notizie

Scavo archeologico in località Casa Rosa al Taglio – Castellina in Chianti

È iniziata con successo la prima campagna di scavo a Casa Rosa al Taglio dove, su segnalazione del Gruppo Archeologico Salingolpe, poche pietre sembravano indizio di una tomba a camera…

Leggi di più
30 settembre 2017 in Notizie

Amos Gatti. Talento e passioni di un artista castellinese. Mostra

A 25 anni dalla scomparsa, il Comune di Castellina in Chianti ricorda la figura di Amos Gatti dedicando al poliedrico concittadino una mostra dal titolo “Amos Gatti. Talento e passione…

Leggi di più

“Questo Museo è dedicato alla memoria di Lorenzo Brogi, fondatore, Presidente, anima stessa del “Gruppo Archeologico Salingolpe” di Castellina in Chianti e per un decennio Assessore alla Cultura di questo Comune. Nasce dalla sua passione per la parte più antica della nostra storia; dalla sua determinazione nel cercarla, portarla alla luce, raccontarla, condividerla: capire meglio da dove veniamo per comprendere meglio chi siamo. Un progetto a cui molti, con lui e dopo di lui, hanno lavorato, molti altri ancora lavoreranno. Li ringraziamo tutti. Un cammino importante è stato intrapreso.
A Lorenzo grazie, per averci segnato la strada.”

L’Amministrazione Comunale di Castellina in Chianti
21 Aprile 2006

Contatti e orari