Domenica 31 ottobre gli Etruschi tornano a rivivere…

Da 23 ottobre 2021Eventi, Notizie

LOC Diamo vita agli Etruschi_ridottoIl Museo aveva ospitato nel 2019 una kermesse del gioco antico con la partecipazione dell’Associazione Gamestorm APS di Siena facendo rivivere – è proprio il caso di dirlo – grazie alle loro fedeli riproduzioni, moltissimi giochi da tavolo dell’antichità.
Sulla scia dell’esperienza passata, si rinnova quest’anno la collaborazione con l’Associazione ludica di Siena che divulga e promuove il gioco realizzando progetti di solidarietà sociale, per offrire un pomeriggio divertente a tema senza rinunciare ad imparare qualcosa di nuovo sulla storia antica.
Domenica 31 ottobre alle ore 16 la Sala del Capitano della Torre medievale del Museo Archeologico del Chianti senese si rianima di giochi. L’attività principale proposta è un gioco di ruolo declinato in maniera del tutto originale sul mondo etrusco.
I partecipanti al gioco si immedesimano negli appartenenti ad una comunità etrusca del Chianti per ricostruire tramite gli indizi storici e la propria fantasia un anno di vita antica attraverso i ritmi delle stagioni e delle attività ad esse legate. Con la guida delle educatrici, nei panni di una nobile etrusca e di un aruspice e con l’inventiva del momento messa in campo dai giocatori, si creano le azioni della comunità e al tempo stesso si traccia la mappa dei luoghi delineati con l’immaginazione.

Nell’ambito del gioco viene proposta la pittura e la personalizzazione di una statuina etrusca (rigorosamente zombie!) che ciascun giocatore può poi portare a casa.

Il gioco di ruolo in generale è un’attività che si adatta anche ai più giovani perché è capace di coinvolgere tramite il problem-posing e il problem-solving in maniera costruttiva stimolando conoscenze, fantasia e intuizione in un contesto di cooperazione e lavoro di squadra.

Il gioco di ruolo a tema etrusco proposto dal Museo si adatta a bambini con almeno 8 anni di età. Per partecipare è richiesta la prenotazione a causa del numero limitato di persone ammesse nel rispetto delle regole di contenimento anti-covid.
Secondo le norme vigenti è inoltre richiesto il green pass dai 12 anni in su.
Ingresso gratuito